Home / DIVERTIMENTO/GIOCHI / League of Angels 2 Recensione
League of Angels 2 Recensione

League of Angels 2 Recensione

League of Angels 2 Recensione

Rieccoci qui! Dopo alcuni anni dall’uscita del precedente titolo omonimo, GTArcade ha rilasciato in internet il browser game League of Angels 2 Recensione, titolo che va a riprendere gran parte dell’ossatura del gioco originale cercando di rimpolparla all’inverosimile sotto ogni aspetto.

Se avete ancora in mente la nostra recensione del primo capitolo della serie, ricorderete senza dubbio come non avevamo esattamente lodato il gioco, criticandoli in larga parte l’eccessivo automatismo di cui era permeato, con lo scopo di andare estremamente incontro ad un’utenza che avrebbe facilmente scambiato il termine “MMO” con una sigla di qualche organo militare.

Nonostante questo (a nostro avviso) enorme difetto, il gioco ha però avuto un successo stratosferico, tanto da convincere gli sviluppatori a realizzarne un secondo episodio.
GTArcade avrà deciso di cambiare direzione o, seguendo il motto “squadra che vince non si cambia”, ha preferito proseguire imperterrita per la propria strada?

Contrariamente al suo predecessore, in League of Angels 2 non potremo scegliere la classe del nostro personaggio, al momento di iniziare una nuova partita.
L’unica scelta che ci sarà concessa sarà quella relativa al sesso del nostro personaggio che, in base a quale dei due generi selezioneremo, ci farà impersonare un avatar preimpostato.
Ad onor del vero, per come è costituito il gameplay, questa non è una grossa mancanza dal momento che, sempre in riferimento al capitolo precedente, la differenza tra le varie classi non era poi così avvertibile (discrepanze grafiche a parte) ma lascia comunque un po’ di amaro in bocca constatare che ci si trovi di fronte ad un passo indietro rispetto al capitolo passato.

In ogni caso, la sostanza del gioco è rimasta pressoché invariata, in barba alle numerose critiche ricevute.

League-of-Angels-2-screenshots-9-300x168

 

Scordatevi di poter gestire al millimetro il vostro personaggio e, più importante ancora, le dinamiche delle battaglie.
Oggi come ieri, il 90% del gameplay di League of Angels 2 è completamente automatizzato e relega il giocatore ad essere uno spettatore a cui, di tanto in tanto, viene chiesto di pigiare qualche pulsante.
Gli scontri saranno sempre e comunque totalmente automatici, con l’eccezione degli attacchi speciali, che andranno attivati con un click del mouse quando l’icona relativa (una colorazione dorata attorno alla vignetta di uno dei nostri personaggi) sarà visibile a schermo; STOP; nient’altro. Questo è tutto ciò che hanno da offrire i combattimenti in LoA 2.

Fortunatamente, la gestione del proprio PG e del party in generale è leggermente più profonda del combat system, anche se con “leggermente” intendiamo proprio il senso più stretto del termine.
Giocando e ottenendo ricompense, entreremo in “possesso” di nuovi eroi che potremo aggiungere alla nostra squadra, ognuno dei quali possiede un certo livello di rarità e di potenza.

Tramite un apposito menù, starà a noi decidere quali eroi schierare e portarci in battaglia, cercando di ottenere la maggiore forza d’attacco disponibile.

Decimando avversari, poi, saliremo di livello e, tramite speciali oggetti ottenibili in gioco, potremo anche potenziarci in determinati parametri e ottenere nuove abilità.
Sebbene tutto ciò aggiunga un pizzico di profondità in più al gioco, il fatto che anche questi passaggi siano totalmente skippabili e gestibili in autonomia dal sistema, contribuisce a spazzar via quella leggera patina strategica che si era depositata sul gioco.

Durante i combattimenti, non avremo grandi possibilità di interazione

Per il resto, il gioco procede liscio in tutta la sua struttura che, a conti fatti, prevede unicamente una ripetizione incessante di scontri di “difficoltà” crescente, al termine dei quali verremo ricompensati con un punteggio da una a tre stelle.

Vette tecniche

Poche storie, se dal punto di vista del giocato League of Angels 2 non incontrerà di certo i gusti dei giocatori più hardcore, da quello tecnico e grafico il gioco di GTArcade rappresenta una delle cose più belle che si siano mai viste sulla finestra di un browser game.

Gli splendidi sfondi in 2D, concepiti da una direzione artistica superba ispirata al più classico degli universi fantasy, si fondono assieme a dei modelli 3D di mostri e personaggi davvero ottimi e ricchi di dettagli, che pagano l’unico prezzo di un aliasing a volte un po’ troppo marcato, ma comunque difficilmente gestibile in un titolo privo di client.

➔ Punti principali:

  • Graficamente il meglio in circolazione su browser game.
  • Gameplay totalmente automatizzato.
  • Artisticamente più che pregevole.
  • Decine di eroi selezionabili.

League of Angels 2 Recensione

Check Also

Wakfu Recensione

Wakfu è un popolare MMORPG di Ankama, collegato a un’omonima serie animata, che fu lanciato ...

Lascia un commento